Facebook-create.png

Laboratorio del Formaggio  Luca Tarantola

Diventa nostro AMICO
Metti MI PIACE
Riceverai offerte e sconti

La nostra storia

Vacche brune dell'Appennino parmenseVacce brune dell'Appennino parmense

Il Passo della Cisa in una cartolina d'epocaIl Passo della Cisa in una cartolina d'epoca

Nel cuore dell’Appennino Parmense, alle pendici del Monte Cervellino e a ridosso del Passo della Cisa, dal 1948 il Caseificio Sociale di Montagna di Ravarano/Casaselvatica trasforma il latte proveniente dalle stalle della zona in un Parmigiano Reggiano di qualità superiore

È la filiera produttiva che fa la differenza: le vacche brune, tipiche della montagna parmense, sono alimentate in maniera tradizionale, con il foraggio autoctono proveniente dai prati stabili circostanti. Solo 10 piccole stalle garantiscono al Caseificio il latte sufficiente alla produzione di 8 forme di Parmigiano al giorno.
Il resto lo fa la lavorazione: tutti i giorni la passione e l’impegno del Casaro mantengono l’eccellenza del “Parmigiano di Ravarano / Casaselvativa”.

A riconoscimento di questa eccellenza, per il Caseificio sono arrivati negli ultimi anni il Premio come Miglior formaggio italiano al Concorso Nazionale “Formaggi d’Autore” e la Medaglia d’Oro alle “Olimpiadi del Formaggio di Montagna”.

Il grande aroma è la caratteristica principale del Parmigiano Reggiano del Caseificio di Montagna di Ravarano/Casaselvatica, abbinato ad una struttura perfetta, friabile e solubile al palato. Il gusto è persistente, come il suo delicato equilibrio tra il dolce ed il saporito. L’aspetto paglierino tenue è uniforme e costante.

Un grande formaggio da tavola: a scaglie, al naturale o con una goccia di Aceto Balsamico Tradizionale, come aperitivo o a fine pasto, con la frutta fresca, con la frutta secca, in abbinamento ai migliori piatti della cucina italiana.

Tolto il formaggio dalla confezione sottovuoto, prima di iniziare la degustazione si consiglia di lasciarlo un’ora a temperatura ambiente.
Il formaggio si conserva in maniera ottimale nello scomparto inferiore del frigorifero, avvolto in una pellicola trasparente.

News dal Laboratorio del Formaggio